Home >> Professioni >> Arcanisti

Gli Arcanisti

Da sempre la tradizione orale e il lavoro manuale sono stati il vessillo sotto cui tutta la popolazione si è radunata.
Apparte coloro che avevano il privilegio di essere scelti come allievi dell’Università delle Alte Scienze, la maggior parte delle gente apprendeva per esperienza diretta, istruita dai Mastri che prima di loro avevano affinato un’Arte o un Mestiere. Gli Arcanisti sono quindi fulgidi fari dell’esperienza e dell’ingegno, estimatori d’arte e cultura.

L’energia Arcana è la più antica fonte di potere conosciuta.

Gli Arcanisti fanno della loro arte un’opera in grado di smuovere quest’energia, plasmandola secondo il loro sentimento, sono fruitori istintivi, che hanno appreso i segreti del mondo tramite le loro esperienze dirette e non tramite lo studio di tomi o seguendo lezioni. Ogni Arcanista ha l’obbligo di portare avanti la tradizione e la cultura, per garantire che queste ultime non periscano nelle ere del progresso. Molti di loro sono affiliati in corporazioni più specifiche, dedite a degli scopi comuni, molti altri ancora, sono liberi viaggiatori, che inseguono la loro professione o i loro sogni.

 

 


 

I Bardi

Ogni Bardo deve avere sempre con se uno strumento musicale, come simbolo della propria arte e come catalizzatore delle proprie abilità.

Abili cantastorie e musicisti o artisti di strada dalla lingua d’argento e dalle dita veloci e leggere, di solito girovaghi in cerca di fortuna e libertà. I più fortunati si esibiscono in grandi teatri o scrivono per grandi mecenati, ma sono pochi rispetto a coloro che allietano le orecchie del popolo o che si aggregano a gruppi di avventurieri, offrendo i loro servizi per denaro o in cambio di ospitalità. Portano fortuna si dice, ed è un grande onore, sentire le proprie gesta cantate da uno di questi eccelsi maestri.

Menzione Speziale: Le abilità Bardiche

Le abilità bardiche si dividono in due caratteristiche, ritornelli e canzoni.
I RITORNELLI attivano il loro effetto 1 volta ogni 10 secondi mentre il bardo suona, il bardo può scegliere se continuare a suonare per continuare a ripetere l'effetto o interrompere la canzone quando più gli aggrada. Tutti i ritornelli necessitano di almeno 10sec di esibizione e hanno un cooldown individuale di 10minuti.

le CANZONI invece hanno effetto duraturo attivo fintantoche il bardo prosegue con l'esecuzione (il personaggio continuerà a ripetere la formula ogni 10 secondi o ogni quanto riterrà necessario, p.es: se un nuovo bersaglio entra nell'area). Tutte le canzone hanno necessitano di almeno 15sec di esibizione e hanno un cooldown individuale di 20 minuti.

Questo vuol dire che dopo aver terminato di eseguire un RITORNELLO o una CANZONE il bardo non può eseguire quello specifico ritornello o quella specifica canzone per il suo tempo di cooldown individuale, ma può eseguirne altri.

N.B: durante le esibizioni un bardo non può combattere, non può difendersi e non può correre, pena il fallimento dell'esecuzione.

 

 


I Runisti

Ogni Runista deve avere sempre con se una penna e un calamaio o un pennello, come simbolo della propria arte e come catalizzatore delle proprie abilità.

Ne uccide più la penna che una spada. Abili studiosi che hanno fatto dello studio dei segni e dei simboli un’arte, uno stilo ben affilato può essere, nelle loro mani un’arma molto pericolosa. I migliori scritti provengono sicuramente dalle mani di un runista, maestro di calligrafia probabilmente, mentre altri segni e simboli, ben più oscuri e potenti della normale scrittura, schiudono di fronte a questi arcanisti il loro significato e il loro potere. Incrivendo un simbolo sulla carta, sulla roccia, su armi, su armature, i runisti sono in grado di proteggere, ferire, soccorrere. Tutto dipende da quali sono i loro intenti, e da quanto tempo hanno avuto per preparare il loro arsenale fatto di carta e inchiostro.

 

I Ritualisti

Ogni Ritualista deve avere sempre con se 7 pietre rituali (viola, bianca, nera, rossa, gialla, azzurra e verde) , come simbolo della propria arte e come catalizzatore delle proprie abilità.

Se i sacerdoti sono i padroni dei circoli sacri, i ritualisti dettano legge sui circoli arcani.
Chi apprende questa Tradizione Arcana impara a sviluppare il proprio nodo arcano personale; inoltre egli apprende le movenze e le parole corrette per attingere al potere dei piani e plasmarlo per ottenere effetti che nessun incantesimo, preghiera o potere potrebbero ottenere. In più momenti della storia di Ekros questi straordinari oratori si sono dimostrati decisivi per uscire dalle situazioni più critiche.

 

 


I Cartomanti

Ogni Cartomante deve avere sempre con se il proprio mazzo di tarocchi, come simbolo della propria arte e come catalizzatore delle proprie abilità.

Conoscere la sorte e sfidarla: questa è la via del cartomante. Chi apprende quest’antica e misteriosa arte conosce alla perfezione il potere degli arcani contenuti nelle carte e spesso passa la propria esistenza a cercare di arricchire il proprio mazzo sfidandoli, a rischio della propria vita. Ovviamente la controparte di tale potere è la sorte, che decide quale sarà il potere che il cartomante sarà in grado di evocare in quel determinato momento del  combattimento. Attento quindi, viandante, se mai ti venisse scelto di scegliere una carta, scegli con cura, poichè essa potrebbe segnare il tuo destino.


Gli Sciamani

Ogni Sciamano deve avere sempre con se una maschera totemica, come simbolo della propria arte e come catalizzatore delle proprie abilità.

Evocare, stringere patti, diventare la dimora di entità arcane: questa è la vita dello sciamano.
Chi si cimenta in questa Tradizione diventa capace di richiamare gli Arcani e dialogare con loro al fine di ottenerne i favori. Ovviamente non tutti saranno bendisposti con chi li ha evocati, mentre altri saranno ben lieti di offrire i propri servigi per poi ingannare lo sventurato di turno; quello che è certo è che ogni favore o potere avrà il suo prezzo, sarà poi compito dello sciamano stabilire quale.

 

I Circolisti

Ogni Circolista deve avere sempre con se 5candele, come simbolo della propria arte e come catalizzatore delle proprie abilità.

Una corda, una catena, un perimetro tracciato con un gessetto, quanti modi per tracciare un cerchio per terra.
Se ne vedono tanti in giro e per gli scopi più svariati ma solo i Circolosti sono in grado di trasformare un così semplice gesto in una manifestazione di potere. Chi apprende questa tradizione arcana può manifestare gli effetti più svariati nell’area da lui tracciata:  cura, protezione, teletrasporto, questi sono solo alcuni esempi delle immense potenzialità di coloro che tracciano i propri circoli.