Home >> Gilde >> Università delle Alte Scienze Accademiche

Università delle Alte Scienze Accademiche

In seguito al Cataclisma la Grande Biblioteca di Helkar Osse ha perduto gran parte de suo potere e la capacità di immagazzinare la conoscenza autonomamente.  Per impedire che le nuove conoscenze andassero disperse e quelle antiche perdute, individui in tutte le terre di Ekros, la cui dedizione per la conoscenza e lo studio ha fatto la storia, si sono raccolti sotto l’egida dell’imperatrice a formare il più grande polo Accademico del paese, dedicandosi senza sosta allo studio della storia antica, delle lingue, della magia, delle arti marziali e di tutto quanto c’è di conoscibile nell’universo. Prendendo posto nella Grande Biblioteca di Helkar Osse questi studiosi si sono posti come custodi di tale conoscenza, al servizio diretto dell’imperatrice.

In seguito ai recenti accadimenti il nuovo Primo Rettore Ra's A'lar Aker'Atlan ha spostato la biblioteca nei Sentieri, unendola con l'antica biblioteca di Eden. 

L’Università delle Alte Scienze ha come scopo comune quello di cercare l’erudizione in ogni sua forma, di tramandare e custodire le conoscenze del passato, e di preservare quanto di scritto esiste nel mondo conosciuto. Tutti i suoi membri mirano all’eccellenza, nel ricordo dei grandi maestri del passato, la loro dedizione è invidiabile, così come la loro cultura, sono i migliori maestri e i migliori ricercatori; contribuiscono allo sviluppo di Ekros tramandando le conoscenze da loro custodite, evitando che la popolazione cada negli errori del passato. Ogni membro porta sempre con se il proprio libro e del materiale da scrittura, sempre pronto ad annotare e sviscerare ogni avvenimento a cui è presente, per poterne prevedere possibili sviluppi futuri. Attenti e discreti, vengono addestrati a notare e annotare ogni minimo particolare sia esso usuale o inusuale.
Gli accademici permettono l'ingresso nei cortili della Biblioteca a chiunque voglia entrarvi. Ogni accademico, semplicemente utilizzando la chiave simbolo del proprio rango, può trasformare una qualunque porta in una delle porte d'ingresso della città di Eden rivolte verso il cortile. Dal cortile è possibile inoltre accedere all'universitá di Eden, che a tutti gli effetti è la sede della gilda.
Solo la biblioteca interna è interdetta ai visitatori.


Segni Distintivi

Tutti gli studenti, all'atto di ammissione ricevono una chiave che permette loro di accedere alla Biblioteca da una qualunque porta. Inoltre Ogni studente decide quale sia il suo simbolo personale, che apporrà in ogni propria opera.

Tutti i membri dell'Accademia, inoltre, portano con se uno o più libri, presi direttamente dalle aule della Grande Biblioteca, che conferiscono loro una serie di poteri speciali dovuti all'intenso studio sulla moltitudine di materie che si trovano all'interno della biblioteca. Un Accademico può scegliere all'inizio di ogni evento uno ed un solo tomo tra quelli disponibili, e studiarlo per il resto dell'evento, in base al tomo scelto riceverà i poteri corrispondenti. Il primo giorno in possesso di un tomo potrà usare la prima abilità, il secondo anche la seconda abilità del tomo e così via. Quando l’accademico decide di cambiare tomo, i conteggi si resettano ed egli torna a poter usare solo la prima abilità. I tomi sono l'arma di punta dell'accademia, rendono i membri dell'Università incredibilmente versatili e pronti ad affrontare qualunque cosa, in una biblioteca dove è accumulato TUTTO il sapere del mondo, è difficile non trovare le risposte che ti servono.

Inoltre ogni accademico che riceva una carica deve portare un simbolo distintivo della carica stessa; il simbolo è indicato nella descrizione sottostante. Ad ogni simbolo, chiave compresa, può venire associato uno ed uno solo dei poteri da accademico. La descrizione del potere esplicita cosa questo comporti. 

Ultimo simbolo dell’accademico è il diario personale. Al mattino ogni accademico annota con precisione data, ora e luogo in ci si trova, con un breve riassunto dei compiti giornalieri, una descrizione esplicita del tomo o dei tomi scelti e  la descrizione di quali abilitá siano vincolate ai propri simboli accademici (chiave, laurea, penna, stola, lucchetto). Nel corso della giornata gli accademici sono soliti annnotare nel diario gli eventi più rilevanti, visti dal proprio punto di vista. 


Leader e Gerarchia

真明 明彦 久志 (Masaaki Akihiko Hisashi) Ministro della Grande Biblioteca, ha presieduto l’Alto consiglio Universitario di Ekros dalla sua fondazione fino al momento della sua scomparsa, avvenuta nel  mese del Cancro dell'anno 4319 d.f.c.

Al suo posto è stato nominato come Primo Rettore il Primo Arciomnimante Ra's A'lar Theodoras Ithfindolfin Aker'atlan, Voce di Agathon, Fondatore della Magia, il Primo Mago, il non-nato, Custode della Torre Bianca, già primicerio dell'Antica Consorterie della tradizioni arcane e Primo Rettore della congregazione delle scuole magiche.

Diretti sottoposti del Primo Rettore sono i Rettori Decani (o semplicemente Decani), che ne svolgono le veci quando lui non è presente. Ogni Decano presiede uno dei rami ordinari, specialistici o affiliati dell’Università.


Percorso Accademico

Contestualmente poi al momento in cui decida di prendere l’abilità Percorso Accademico (livello 2 accademico generale)  presenta il suo piano accademico personalizzato, indicando in quali settori intenda puntare la sua carriera.

Il percorso accademico è una lista di cinque abilità specifiche del piano di studi scelte tra le abilità di professione pubblicate sul sito. Esse possono venire imparate imparate al raggiungimento del relativo livello. Il piano di studi deve venire approvato dal master di riferimento.


Facoltà e Cariche

Al momento dell’iscrizione in accademia l’aspirante studente sceglie la materia principale del suoi studi (storia, filosofia, fisica, matematica, etc…); Off game questo vuol dire che ogni accademico accederà alla lista di abilità relative alla sua facoltà e le acquisirà al momento del passaggio di carica.

Al momento del passaggio di carica inoltre, assieme alla relativa tesina, l’accademico consegna un progetto di una nuova abilità inerente alla propria carriera. Se ritenuta valida, essa potrà essere acquistata dall’accademico ed entrerà nell’elenco delle abilità personalizzate dell’accademia.


Le cariche:

  • Studente della Grande Biblioteca: Sono gli allievi iscritti ed accettati alla carriera accademica, dopo che superano la selezione iniziale. Ogni studente riceva la Chiave come simbolo della sua ammissione. è consuetudine portarla al collo; comunque tutti gli accedemici la esibiscono con orgoglio.
  • Dottore della Grande Biblioteca: Quando il primo ciclo di studi si conclude, il proprio maestro chiede la redazione di una tesi di laurea, ovvero un elaborato volto ad espandere il campo di studio dello studente. In seguito all'esposizione della stessa, se ritenuta adeguata, l'accademico potrà fregiarsi del titolo di Dottore Laurerato (o semplicemente Dottore) nella sua materia di competenza. Sarà suo compito fornire assistenza a chiunque chieda delucidazioni nella sua materia o in ogni caso adoperarsi per il recupero di nuove conoscenze inerenti. Il simbolo del Dottore è la Laurea o corona, che può andare da una semplice fascia di buona fattura atta a bloccare i capelli fino ad arrivare a vere corone di alloro o a coroncine stilizzate.
  • Ricercatore della Grande Biblioteca: Il secondo ciclo di studi si completa quanto il dottore decide di dedicarsi ad una specializzazione nel proprio campo di studio. Sarà necessario predisporre una nuova tesi relativa ad uno specifico campo di specializzazione,  unito a lavoro sul campo volto a recuperare informazioni, testimonianze o sperimentazioni direttamente sul campo. La tesi va discussa sempre con il decano di riferimento. Se giudicata adeguata, il dottore riceve la carica di dottore ricercatore (o semplicemente Ricercatore). Sara suo compito assistere un professore assegnato o eventualmente supplirlo in sua assenza. Inoltre il Ricercatore deve dedicarsi alla ricerca di nuovi campi di sviluppo della sua disciplina. Simbolo del ricercatore è la Penna che viene consegnata al momento della promozione, solitamente portata addosso in bella vista.
  • Professore della Grande Biblioteca: il terzo ciclo di studi termina quando il Decano giudica adeguata la ricerca svolta dal ricercatore. Egli deve sottoporre a dimostrazioni di natura teorica e pratica del suo nuovo campo di ricerca, per inserirlo come nuova conoscenza nella biblioteca. Al termine del processo il ricercatore potrà fregiarsi del titolo di Professore e sarà titolare di una cattedra. Il suo compito sarà di insegnare la materia ad essa relativa, nonché di coordinare le attività dei ricercatori assegnati. Al momento della promozione il Professore riceve la propria Stola accademica, ovvero una striscia di tessuto da portare attorno al collo, distintiva del proprio grado. L’aspetto delle stole varia notevolmente, da semplici strisce di tessuto decorate tribalmente e fissate con una cintura, fino a lunghe stole di velluto ricamate e tempestate di gemme. Ogni professore tende a decorare la propria stola con temi affini alla propria materia.
  • Depositario della Grande Biblioteca: i professori che si distinguono per la qualitá dei propri studenti e che meglio tramandano la conoscenza dell'Accademia vengono incaricati dal Decano di investigare su arti dimenticate o comunque non pubblicamente insegnabili. Quando l'investigazione giunge a termine ed una conoscenza nascosta viene riscoperta dal Professore, essi vengono incaricati di preservare tale conoscenza e di custodirla contro i tentativi non autorizzati di accedervi. Essi possono fregiarsi del titolo di Professore Depositario (o Depositario per semplicità). Loro è il compito di coordinazione di gran parte delle attività di accademia e vigilano sui lavori didattici e di ricerca. Il simbolo dei Depositari è un Lucchetto da portare solitamente al collo, a chiudere il ciclo accademico iniziato con la chiave. L’aspetto del lucchetto varia molto a seconda del gusto personale del depositario, passando da un piccolo monile d’oro a forma di lucchetto portato al collo da una catenina sottile fino a grossi lucchetti arrugginiti chiusi ad una catena pesante e grezza.
  • Decano della Grande Biblioteca: I Rettori Decani sono chiamati a dirigere unio dei rami ordinari o specialistici dell'accademia, rispettivamente prendento il titolo di Rettore Decano Ordinario o di Rettore Decano Specialista. Sono i rappresentanti del Primo Rettore in sua assenza e possono sovrintendere anche ad operazioni non strattamente legate al loro ramo in assenza del Decano incaricato. Il loro simbolo è la Toga accademica che portano sopra i loro abiti ordinari.
  • Primo Rettore della Grande Biblioteca: è la guida dell'accademia ed approva le linee di condotta generali. Egli sceglie i suoi decani ed affida ad ognuno di loro uno dei rami. Il Primo rettore è nominato direttamente dall'Imperatrice e risponde del suo operato solamente a Lei ed ai Triumviri. Il simbolo del Rettore è attualmente una Maschera.

 


Rami della Gilda

La gilda fondamentalmente ha quattro rami definiti:

Archivisti

Loro compito è la gestione fisica della Biblioteca, della quale hanno una profonda conoscenza. Sono in grado di recuperare informazioni su quasi qualunque avvenimento passato, purché sia stato documentato e catalogato, tendono a mantenersi al di sopra delle parti, per meglio documentare gli avvenimenti. A loro, gli altri membri dell’Università si rivolgono per catalogare e archiviare le nuove scoperte.

Gli archivisti imprimono il proprio simbolo su ogni documento che recuperino dall'Accademia.

 

Empiristi

Spesso visti come folli visionari, sono il braccio sperimentale dell’Università. Sperimentatori dal pensiero rapido hanno il compito di studiare quanto di nuovo è possibile, formulare sui loro studi teoremi e postulati, e di comprovarne la veridicità. Non è un caso che spesso, il silenzio della Grande Biblioteca venga interrotto da qualche scoppio o strano verso, proveniente dai loro laboratori.

Gli empiristi imprimono il loro simbolo su ogni appunto relativo a frammenti ed empirie.

 

Crittografi

Schivi e diffidenti, gli accademici crittografi raramente si mettono in mostra. Maestri nel decodificare e comprendere testi antichi ed incomprensibili, le loro abilità letterarie ne fanno i perfetti incaricati di redigere nuovi testi o nel comporre messaggi o lettere ufficiali. Le loro immense abilitá crittografiche donano loro la capacitá perfino di rendere incomprensibili alcune conoscenze controverse.

I crittografi imprimono il loro simbolo su ogni testo scritto, su ogni messaggio e su ogni testo crittografato o decriptato redatto da loro.

 

Docenti

Maestri dell'insegnamento, nessuno eccelle nell'arte di tramandare la conoscenza più di un accademico docente. Le loro abilità di trasmissione ma anche di inibizione dello scibile sono prodigiose. Nessuno conosce i misteri dell'apprendimento della mente umana meglio di loro. Carismatici e ricolmi di fiducia nei loro mezzi, mantengono sempre un certo livello di umiltà, almeno simulata.

I docenti imprimono il proprio simbolo su ogni formula di infusione ricercata e, come tatuaggio permanente o temporaneo (a seconda delle necessità), ad ogni discepolo che riceva un suo insegnamento.